Emianopsia: possibilità di allenamento dopo un ictus

Che cos'è l'emianopsia?

L'emianopsia o emianopia è un danno alla vista che può verificarsi, per esempio, dopo un ictus, un'emorragia cerebrale, un intervento chirurgico al cervello o una malattia tumorale. È causata da una lesione nel corso della via visiva e risulta in una restrizione o perdita unilaterale o bilaterale del campo visivo. Il campo visivo è l'area che può essere vista quando si guarda dritto davanti a sé con entrambi gli occhi e comprende sia il campo visivo centrale che quello periferico. Spesso, l'emianopia è limitata dalla linea mediana verticale dell'occhio e di solito si verifica su entrambi i lati dell'occhio; in rari casi, solo un occhio è interessato. Generalmente si distinguono due forme di emianopsia: l'emianopsia omonima e quella eteronoma.

Si parla di emianopsia omonima destra o sinistra quando sono colpiti entrambi gli occhi dello stesso lato. Questo si verifica quando c'è un danno al percorso visivo o al centro visivo in una sola metà del cervello. In questo caso, la persona può vedere solo un lato del normale campo visivo, o il sinistro o il destro. Questo si nota nella vita quotidiana, per esempio, quando il paziente mangia solo una metà del suo piatto, ma lascia l'altra metà vuota. Nell'Emianopsia eteronoma, entrambi gli occhi sono colpiti. Il difetto colpisce i lati esterni del campo visivo, ed è per questo che si chiama visione cieca.

➤ La sofferenza causata dalla cecità emifacciale è spesso elevata, poiché le persone colpite non riescono più a vedere bene le persone e gli oggetti nella zona danneggiata del campo visivo.

La limitazione della vista può creare confusione, i pazienti hanno difficoltà a orientarsi da soli e spesso si sentono insicuri in generale. Per quanto gravi siano le limitazioni associate all'emianopsia, il trattamento della perdita della vista può essere promettente.

Terapia dell'emianopsia

Nel caso dell'emianopsia, ci sono vari approcci terapeutici che mirano o al ripristino parziale della facoltà visiva (restitution training) o almeno al miglioramento dei movimenti di ricerca nel campo visivo interessato e quindi al miglior trattamento possibile delle menomazioni esistenti (compensation training). Al fine di ripristinare almeno parzialmente la visione, il training di restituzione utilizza stimoli visivi di luce, colore e forma. Tuttavia, questo metodo terapeutico ha lo svantaggio che ci sono poche o deboli prove scientifiche per dimostrare il suo effetto. Inoltre, il training di restituzione è molto costoso.

L'allenamento di compensazione, invece, adotta un approccio completamente diverso allenando specificamente i muscoli dell'occhio. In esercizi indipendenti o insieme a terapisti qualificati come neuropsicologi o terapisti occupazionali, vengono utilizzati programmi assistiti da computer per concentrarsi su punti specifici, nonché su movimenti oculari mirati e strategie di ricerca. L'obiettivo del training delle saccadi è quello di migliorare il senso di orientamento delle persone affette da emianopsia e di offrire loro più sicurezza nella vita quotidiana.

Questo training oculare si svolge sotto la guida di un terapeuta o in esercizi indipendenti a casa. Con un terapeuta, può includere strategie come lavorare con carta e matita, barrando parole o numeri, o passeggiate pratiche in cui si chiede alla persona di cercare oggetti specifici nell'area della sua visione compromessa. Inoltre, ci sono programmi per computer come il saccadic training, che allenano i muscoli degli occhi con l'aiuto di esercizi sullo schermo. Si tratta, per esempio, di numeri da una a più cifre e di lettere che appaiono sullo schermo. Il paziente ha il compito di toccarli con il mouse e viene premiato auditivamente e visivamente ogni volta che viene trovato un numero o una lettera. Alla fine di un compito, quando tutti i numeri o le lettere sono stati toccati, viene valutata la velocità del paziente nel risolvere il compito.

 

Quali sono i benefici della terapia?

Il successo del training saccadico dipende molto dal decorso individuale della malattia, dall'estensione e dalla forma dell'emianopsia. In generale, prima si inizia la terapia dopo la comparsa dell'emianopsia, maggiori sono le possibilità di un miglioramento significativo e duraturo.

➤ Poiché si tratta fondamentalmente di un allenamento dei muscoli oculari, l'allenamento delle saccadi può essere iniziato in qualsiasi momento e ha ancora grande successo anche in persone che soffrono di emianopsia da 10 anni.

Per provare scientificamente il successo della terapia delle saccadi e renderla più misurabile, gli scienziati chiedono più studi Anche se questa forma di terapia ha già mostrato successo nella pratica e gli scienziati hanno già trovato cambiamenti positivi, sono necessari ulteriori studi randomizzati e controllati di alta qualità per confermare i risultati finora ottenuti

Other languages:

More contributions:

Most popular articles:





Interested? Register now free and without obligation for a 14 day trial version of the saccadic training: